Il prurito: come aiutare il tuo bambino con il massaggio

03Apr, 2018

I bambini con eczema soffrono soprattutto a causa della presenza persistente del sintomo del prurito.

Il prurito è presente nel corso della giornata, ma soprattutto durante le ore serali quando il bambino è più stanco ed irritabile. Non è infrequente che il prurito disturbi il sonno del piccolo, dei genitori e dei fratelli, con effetti negativi sulle attività quotidiane e sulla qualità della vita di tutta la famiglia.

Il prurito può essere causato da diversi fattori relativi alle caratteristiche specifiche della pelle atopica: secchezza, porosità ed iperreattività.

Il bambino si gratta quindi a causa di improvvise variazioni di temperatura, per la sudorazione o per l’essere entrato in contatto con sostanze particolarmente irritanti.


Il circolo vizioso prurito-grattamento

Più il bambino ha prurito più tenderà a grattarsi. Nel caso della pelle atopica però il comportamento del grattamento produce effetti negativi importanti quali:

  • Aumento dello stato di infiammazione della cute
  • Infezione dovuta alle impurità presenti sotto le unghie
  • Sanguinamento
  • Aumento dell’intensità del prurito


Come il massaggio può calmare il prurito?

Il massaggio può essere considerato una valida alternativa al fine di contrastare gli effetti negativi del grattamento. Le fibre nervose che si attivano massaggiando o frizionando la cute sono le medesime che trasportano il messaggio del prurito dalla pelle al cervello. Il massaggio o la frizione pertanto tenderanno a calmare il prurito, evitando di produrre le sgradevoli conseguenze del grattamento.

Massaggiare il bambino inoltre favorisce la diminuzione dei cosiddetti ormoni dello stress quali il cortisolo e la noradrenalina e lo aiuta a rilassarsi.

Il bambino può essere aiutato a contrastare il prurito con il massaggio soprattutto a fine giornata o prima dell’addormentamento.

Ad ogni età corrisponde un tipo di massaggio differente:

  • il neonato gradisce essere massaggiato in tutto il corpo
  • un bambino di due-tre anni avrà zone del corpo che preferisce essere massaggiate ed altre no
  • un bambino di cinque-sei anni gradirà essere massaggiato dal genitore del sesso opposto
  • a dieci anni un bambino preferirà un massaggio alla schiena o sulle estremità del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *