Dott.ssa Rosalba Aiazzi

Dott.ssa Rosalba Aiazzi

La mia passione per la pelle

La mia esperienza con la dermatite atopica comincia nel lontano 1993.

La cara nonna paterna si ammala gravemente e dopo qualche mese compaiono sul mio corpo delle “strane chiazze”. Effettuo tre consultazioni dermatologiche mi porto a casa una diagnosi di orticaria: ho un gran prurito, soprattutto alle gambe, le mie notti sono insonni e le giornate faticose.

Finalmente il Prof. Giuliano Zuccati della clinica dermatologica dell’Ospedale di S. Maria Nuova di Firenze mi comunica la diagnosi di dermatite atopica.

Grazie alle cure che riguardano soprattutto l’uso di una crema cortisonica al bisogno, una dieta di esclusione che coinvolge soprattutto alimenti istamino-liberatori, l’assunzione di antistaminici, in un anno la mia dermatite atopica migliora considerevolmente.

Oggi la dermatite atopica è un brutto e lontano ricordo.

Come spesso accade sono leggermente allergica alla polvere, al pelo del cane e del gatto e comunque la mia pelle è atopica quindi ipersensibile e iperreattiva per cui devo averne particolare cura. In periodi particolari della mia vita è capitato che qualche macchia comparisse oppure che le palpebre si infiammassero, ma niente in confronto all’esordio.

Ho imparato a convivere con la mia pelle atopica.

Le difficoltà e la sofferenza del periodo trascorso con la dermatite atopica hanno fatto nascere in me il desiderio di poter aiutare le mamme ed i papà dei bambini con eczema atopico e le persone adulte che soffrono a causa della malattia.

Nel 1999 in occasione della tesi di laurea dal titolo Le famiglie con bambini affetti da dermatite atopica: un’indagine empirica effettuo una ricerca sperimentale al fine di misurare il malessere psicologico dei genitori dei bambini con dermatite atopica (DA). I dati, raccolti grazie alla collaborazione dei pediatri di Cesena che accettano di fornire i nominativi delle famiglie, rilevano che i genitori con bambini con DA per un periodo superiore ai 2 anni hanno punteggi più elevati di ansia, rispetto ai genitori con figli che soffrono di eczema atopico per un periodo inferiore ai 2 anni. Inoltre lo studio rileva nel gruppo dei genitori che hanno bambini con DA per un periodo inferiore ai 2 anni una differenza nell’espressione del disagio psicologico: le madri tendono ad avere tratti ansiosi, i padri tratti depressivi.

E’ così che si fa strada in me l’idea di strutturare un intervento psicologico specifico per aiutare i genitori dei bambini con dermatite atopica.

Nel 2000, dopo aver concluso il tirocinio presso il reparto di Pediatria del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, propongo l’avvio di uno studio pilota ispirandomi ad un modello tedesco denominato Berlin Model. Si tratta di incontri di gruppo condotti da un team di professionisti (dermatologo, nutrizionista, psicologo) rivolti alle famiglie di bambini con dermatite atopica.

Cominciamo così i programmi di educazione terapeutica rivolti ai genitori. Gli incontri si svolgono due volte l’anno: autunno e primavera, i periodi stagionali nei quali solitamente la dermatite atopica peggiora. I gruppi sono condotti insieme ad un collega pediatra allergologo, sono occasione per i genitori per confrontarsi e per acquisire informazioni e strumenti con l’obiettivo di comprendere e gestire al meglio la malattia. Nello specifico propongo alle famiglie tecniche e suggerimenti per la gestione del prurito e per i disturbi del sonno.

Nel 2006 mi specializzo in psicoterapia ad indirizzo psicoanalitico e concludo il percorso con una tesi dal titolo La dermatite atopica nella relazione madre-bambino. Effettuo alcune osservazioni cliniche di interazioni-ludiche madre-bambino. Il lavoro mette in luce come la dermatite atopica rappresenti un fattore di disturbo all’interno della relazione madre-bambino.

Effettuo diverse pubblicazioni scientifiche e partecipo in qualità di relatrice a numerosi convegni.

Decine e decine di famiglie hanno usufruito delle tecniche da me ideate per ridurre il fastidioso sintomo del prurito ed i disturbi del sonno e migliorare la qualità di vita dei bambini e dell’intero nucleo familiare.

Nel tempo molteplici persone adulte che soffrono di eczema atopico scelgono di intraprendere un percorso psicoterapeutico o una consulenza educativa usufruendo con successo delle tecniche e delle metodologie da me ideate.

Dal 2017 mi occupo di divulgazione ed informazione sui miei canali social (Facebook, Instagram, Twitter, You Tube) al fine di diffondere contenuti per stimolare una visione integrata e multidisciplinare nella cura della dermatite atopica del bambino e dell’adulto con una particolare attenzione ai seguenti ambiti:

  • Relazioni della cura
  • Educazione terapeutica
  • Psicologia/Psicoterapia/Psicosomatica
  • Psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI)
  • Stile di vita
  • Stress e strategie di coping
  • Fattori emozionali
  • Qualità di vita

Con l’obiettivo di promuovere la cura della dermatite atopica del bambino e dell’adulto secondo un metodo integrato e multidisciplinare caratterizzato dalla collaborazione di diverse discipline scientifiche (dermatologia, allergologia, scienza della nutrizione, psicologia/psicoterapia e

Diffondere l’intervento psicologico/psicoterapeutico nella cura integrata e globale della dermatite atopica del bambino e dell’adulto che consta dei seguenti interventi:

  • Colloqui di sostegno psicologico ed educazione terapeutica
  • Valutazioni sulla qualità di vita e sui livelli di stress
  • Strategie e tecniche per il controllo e la riduzione dei circoli viziosi del prurito
  • Percorsi per la rieducazione al sonno
  • Psicoterapia breve motivazionale
  • Psicoterapia espressiva

Seguimi sulla Pagina Facebook Amici per la Pelle

Seguimi anche su Istagram

Entra nella community e partecipa ai miei sondaggi Gruppo Facebook Dermatite atopica bambini adulti – Psicologia – Educazione Terapeutica

Iscriviti al mio canale You Tube Vivere Bene La Dermatite Atopica

Visita il mio blog sulla dermatite atopica

Prenota una consulenza con me

Convegni ed Eventi

Pubblicazioni

  • Aiazzi R. Dermatite atopica – Se il disturbo è psicosomatico – Elisir di salute marzo/aprile 2015.
  • Aiazzi R. et al. Dermatite atopica la consultazione psicologica in allergologia pediatrica. Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica 2014;1:38-45.
  • Ricci G., Bendandi B., Aiazzi R., et al. Three years of italian experience of an educational program for parents of young children affected by atopic dermatitis: improving knowledge produces lower anxiety levels in parents of children with atopic dermatitis. Pediatric Dermatology 2009;26:1-5.
  • Bendandi B., Ricci G., Aiazzi R. et al. Eczema: tutto ciò che grava sulla famiglia. Convegno della Società Italiana di Pediatria Sez. Emiliano-Romagnola, Atti, Castel San Pietro Terme (Bo) 3 dicembre 2005.
  • Aiazzi R. et al. Approccio multidisciplinare nella dermatite atopica infantile: gruppi di educazione genitoriale, studio pilota. Convegno nazionale nuovi pazienti nuova medicina. Psicologia in ospedale e qualità della cura, Modena 25-26 ottobre 2005.
  • Ricci G., Bendandi B., Aiazzi R. et al. Educational and medical programme for young children affected by atopic dermatitis and for their parents. Dermatology Psychosomatics 2004;5:187-192.
  • Ricci G., Aiazzi R. et al. Educational and medical approach programme in young children affected by atopic dermatitis: preliminary data. Clinical Immunology and Allergy in Medicine 2003;78:535-540.
  • Ricci G., Aiazzi R. et al. Educational and medical approach programme in young children affected by atopic dermatitis: preliminary data. Allergy, XXI Congress of the European Academy of Allergology and Clinical lmmunology Abstract Book Napoli l-5 giugno 2002.

Tesi di laurea e specializzazione

  • Le famiglie con bambini affetti da dermatite atopica: un’indagine empirica. Tesi di Laurea in Psicologia Clinica, Università degli studi di Bologna, 1998-1999.
  • La dermatite atopica nella relazione madre-bambino. Tesi di specializzazione. I.P.A. Istituto di Psicoterapia Analitica H.S. Sullivan Firenze 2004-2005.