Dermatite atopica e vaccino anti-Covid: le raccomandazioni dell’ ETFAD

28Apr, 2021

Come è possibile mettere insieme i pezzi del puzzle dermatite atopica e vaccino anti-Covid per i pazienti che soffrono di eczema atopico? La Task Force Europea per la Dermatite atopica rassicura i pazienti atopici con una serie di dettagliate raccomandazioni.

L’introduzione del vaccino anti-Covid ha visto nascere un controverso dibattito sul rischio di sviluppo di gravi reazioni allergiche o anafilattiche tra persone con una storia clinica di allergia.

In effetti, sono stati segnalati rari casi di reazioni allergiche gravi al vaccino sia nel Regno Unito che nel nord America. Fino al febbraio 2021 si è verificato un tasso di 4,5 reazioni allergiche gravi tra un milione di pazienti vaccinati. Tale dato risulta essere superiore al tasso previsto di reazioni allergiche gravi alle vaccinazioni di circa uno su un milione.

Alcuni avvertimenti in relazione alla pericolosità del vaccino per le persone allergiche pubblicati su alcune testate giornalistiche hanno creato confusione e preoccupazione sia tra i pazienti con dermatite atopica che nel personale sanitario.

Al fine di fare chiarezza sulla questione la Task Force Europea sulla Dermatite Atopica (ETFAD) si è pronunciata con indicazioni e raccomandazioni specifiche.

Indicazioni generali per il vaccino anti-Covid in pazienti affetti da dermatite atopica

  • La vaccinazione è sicura per i pazienti con dermatite atopica. L’eczema atopico non è una controindicazione alla vaccinazione. Sebbene non sia del tutto chiaro se il vaccino possa causare breve peggioramento della patologia, in linea generale questo effetto non risulta prevedibile.
  • Le reazioni allergiche sistemiche ai vaccini sono rare e causate per lo più da ipersensibilità ai componenti della formulazione dei vaccini come agenti conservanti, metalli, stabilizzanti, adiuvanti, ecc.
  • I pazienti con dermatite atopica dovrebbero pertanto essere vaccinati secondo il piano di vaccinazione locale o nazionale.

Quando utilizzare misure cautelative per il vaccino anti-Covid nei pazienti atopici

  • Dovrebbero essere prese precauzioni per i pazienti che hanno una storia di anafilassi ai farmaci in generale, specialmente alle vaccinazioni e nei pazienti con mastocitosi sistemica o anafilassi idiopatica. Tutti questi pazienti prima della vaccinazione dovrebbero sottoporsi a indagini diagnostiche in relazione ad allergie a specifici farmaci.
  • I pazienti con una riacutizzazione acuta di eczema dovrebbero essere attivamente trattati per la loro dermatite atopica, ma la vaccinazione non dovrebbe essere ritardata.
  • In casi selezionati l’uso di farmaci antiallergici prima della vaccinazione può essere consigliato. Tali pazienti devono essere tenuti sotto osservazione per almeno 30 minuti dopo l’iniezione del vaccino.

In merito alle controindicazioni alla vaccinazione al momento i criteri di inclusione riguardano quei pazienti con documentate gravi reazioni allergiche agli ingredienti del vaccino Covid-19.

Tra i farmaci utilizzati per la cura della dermatite atopica gli immunosoppressori sistemici e i JAK inibitori possono attenuare la risposta al vaccino. Non è prevista attenuazione nel caso di farmacoterapia con dupilumab.

In relazione alle tempistiche tra le due dosi di vaccino l’ETFAD raccomanda un periodo di almeno 3 settimane, ma non tempi superiori.

Se la farmacoterapia per la dermatite atopica viene sospesa troppo a lungo è ipotizzabile un peggioramento dell’eczema e una perdita di controllo sulla gestione terapeutica della malattia.

Infine la Task Force Europea sulla Dermatite Atopica invita tutte le persone che soffrono di eczema atopico ed abbiano contratto il Covid-19 a registrarsi al Database di segnalazione di coronavirus e dermatite atopica .

Fonti:

Ring J. et al. Risk of severe allergic reactions to Covid-19 vaccines among patients with allergic skin diseases – practical recommendations. A position statement of ETFAD with external experts. Journal of European Academy of Dermatology and Venereology, 2021.