Dermatite atopica? 5 passi per una cura efficace

14Giu, 2017

Ecco i 5 passi per ottenere in tempi brevi risultati soddisfacenti per il benessere del tuo bambino!


Primo passo

CONSULTARE IL PEDIATRA. Non usare il FAI DA TE! Il primo passo ha a che vedere con una DIAGNOSI, che può fare solo il tuo pediatra! La dermatite atopica NON è un’allergia, è una patologia infiammatoria cronica della cute. La predisposizione genetica è l’origine del problema. La malattia è sostanzialmente dovuta ad una alterazione della barriera cutanea, caratterizzata dalla carenza genetica di alcune proteine, quali la filaggrina. La comunità scientifica definisce l’eczema una PATOLOGIA MULTIFATTORIALE. Oltre ai fattori genetici, numerosi fattori concorrono nel determinare la patologia. I fattori ambientali quali allergeni alimentari, inalanti e da contatto, sostanze irritanti (inclusa acqua “dura”), infezioni e i fattori emozionali in particolare connessi con i livelli dello stress.


Secondo Passo

DERMATITE ATOPICA LIEVE. LA VISITA DERMATOLOGICA. Se l’eczema è LIEVE, sono sufficienti le informazioni che ti fornisce il tuo PEDIATRA. Se la visita dal pediatra è stata breve e/o sommaria, è utile una visita presso un DERMATOLOGO. Gli ambulatori dei pediatri di famiglia sono sempre molto affollati. Il pediatra competente potrebbe non avere il tempo necessario per fornire informazioni precise e dettagliate.

CONOSCENZE e COMPETENZE adeguate sulla malattia del tuo bambino e sulla sua gestione è un aspetto fondamentale. Sottovalutare aspetti importanti della malattia può compromettere l’efficacia della cura. Gli effetti negativi potrebbero essere: aumento della frequenza delle riaccensioni e aumento del livello di gravità della malattia!


Terzo passo

DERMATITE ATOPICA MEDIA e/o GRAVE. LA VISITA DERMATOLOGICA ASSOLUTAMENTE NECESSARIA. Se si tratta di una forma di dermatite atopica di entità MEDIA e/o GRAVE è ASSOLUTAMENTE necessario rivolgersi ad un DERMATOLOGO!


Quarto passo

LA VISITA ALLERGOLOGICA. Il dermatologo ti suggerirà se effettuare una visita presso un ALLERGOLOGO. Attraverso alcuni brevi ed innocui test cutanei l’allergologo stabilirà la presenza o meno di allergie alimentari. Solo l’allergologo potrà decidere se è il caso di fare una dieta di eliminazione di alcuni alimenti. Anche in questo caso è utile rivolgersi ad un esperto e non utilizzare suggerimenti di persone non qualificate o il fai da te! Eliminare degli alimenti comporta la perdita di importanti parametri nutrizionali. La misura terapeutica va applicata esclusivamente sotto il controllo di un allergologo.


Quinto passo

LA CONSULTAZIONE PSICOEDUCATIVA. Nei casi di dermatite atopica di entità MEDIA e/o GRAVE rivolgersi ad uno psicoterapeuta. L’esperto in Educazione Terapeutica e Dermatite Atopica del Bambino ha l’obbiettivo di informare, sostenere, accompagnare le famiglie nel percorso di cura e gestione della patologia, al fine di migliorare la qualità di vita. La consultazione psicoeducativa offre alle famiglie l’opportunità di apprendere tecniche per la gestione del sintomo del prurito, delle alterazioni del ritmo del sonno e della gestione dei livelli di stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *